Home Page     





area riservata

Dal forum:
Rosa 2

vedilo nel forum

Vernici di fondo o Fondo

Torna alla lista materiali

Utilizzo:

Il fondo, o isolante, è una vernice fondamentale nella preparazione di innumerevoli superfici.
Esso è straordinariamente resistente ed è adatto all'applicazione diretta su numerose superfici (legno, metallo, vetroresina).
Dopo il trattamento con appositi primer può essere usato anche su superfici plastiche o sull'alluminio.
Caratteristiche dei fondi sono il forte potere coprente, la tinta neutra (facilmente ricopribile con la maggioranza di tinte), l'elevato spessore della verniciatura che si ottiene (che va a coprire anche leggeri graffi o minime scalfiture) e la sua ottima elasticità.
Il fondo crea una sorta di base (stabile ed isolata dal materiale sottostante) su cui poter verniciare con vernici a solvente oppure all'acqua.
A seconda della qualità e del costo (si va fino ai 40 €/kg) si possono reperire fondi con elevato potere coprente ma ottima finitura superficiale oppure fondi più grossolani che necessitano di una lisciatura maggiormente impegnativa una volta asciutti.
Essendo la diluizione del fondo ridotta (10-30% a seconda di marca e tipo) si può comprendere che il prodotto che viene spruzzato è molto denso, perciò sono necessarie pistole con ugelli di diametro almeno di 1,2-1,5 mm ed una fonte di aria compressa adeguata.
In commercio esistono due tipi di fondo per applicazioni di carrozzeria: acrilico bicomponente e nitrosintetico monocomponente (anche in bomboletta spray).

Il fondo nitro è meno resistente dei fondi catalizzati, ma anche molto meno costoso, può essere quindi utilizzato in quei lavori in cui il fattore economico sia preponderante oppure debbano avere una durata ridotta o anche solo allo scopo di uniformare la superficie da trattare, o ancora se si debba trattare una piccola superficie e non si abbia un'attrezzatura adatta (ripiegando sulle bomblette spray).

Il fondo catalizzato è una soluzione professionale, che però richiede un'attrezzatura adeguata (non esiste in bomboletta spray essendo bicomponente) ed ha un costo molto maggiore, anche se adeguato alle prestazioni.
Tale tipo di fondo viene venduto in due confezioni separate: la base e il catalizzatore.
Le due sostanze andranno unite in parti proporzionali (indicate dal fabbricante) e successivamente diluite con diluente acrilico sempre nella percentuale indicata.
Negli ultimi tempi le diluizioni vengono indicate in volume (più semplice da gestire che non in peso) ad es.: 3:2:1 significa 3 parti di base, 2 parti di catalizzatore e 1 parte di diluente; 3:1:7 significa 3 parti di base, 1 parte di catalizzatore e 7 parti di diluente.
Si può così utilizzare un piccolo contenitore con cui contare le singole parti di sostanza da miscelare.
Quando si utilizzano prodotti catalizzati è buona norma catalizzare il prodotto, mescolarlo bene ed infine diluirlo come indicato; aggiungere consecutivamente catalizzatore e diluente senza mescolare può compromettere la perfetta amalgama dei componenti e quindi il risultato finale.
 

Note

nelle foto due "set" (vernice e catalizzatore) di fondi bicomponente e l'etichetta che specifica prodotti e relative miscelazioni (vernice-catalizzatore-diluente) oltre a tempi e modalità di utilizzo
 

Vernici di fondo o Fondo Vernici di fondo o Fondo

articolo/prova di Pdani

info @ Aerografisti.com